Social Media Expert

Consulenze Web Marketing, corsi e un blog per tutti gli appassionati di Social Media.

Come coinvolgere un influencer quando sei una PMI

Come coinvolgere un influencer quando sei una PMI

Come sto scrivendo in alcuni dei miei ultimi articoli, un vero influencer non vuole essere pagato, perché altrimenti perderebbe la sua indipendenza, ma allora come convincerlo a promuovere i nostri prodotti? Il modo migliore per coinvolgere un influencer è quello di regalargli i vostri prodotti o servizi, molto semplice da capire come concetto ma non facile da attuare nella pratica. Gli influencer più seguiti e apprezzati sul web infatti, ricevono ogni giorno decine, se non centinaia di richieste di collaborazione, e farsi notare tra quel marasma di email non è sicuramente facile. Molto dipende dal tipo di prodotto che vendete e dal tipo di influencer che volete coinvolgere. Per esempio se avete un ristorante, sarà molto difficile avere a cena Madonna, ma se un cantante molto bravo registra su YouTube

Continua a leggere
“Top Influencer”: chi sono e come trovarli

“Top Influencer”: chi sono e come trovarli

Nei miei articoli ho parlato di cosa sono e come trovare influencer e micro influencer, ma ora credo sia venuto il caso di come trovare i migliori, ovvero i “Top Influencer”. Ebbene si, l’influencer marketing non finisce mai e c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare. Sicuramente adesso vi starete chiedendo che cosa sia un top influencer, e quali sono i criteri per identificarlo, quindi andiamo come sempre dritti al punto. Un top influencer è tale se riesce a generare un engagement 10 volte superiore alla media nella categoria (o nicchia) di appartenenza, per esempio travel, fashion, food, marketing, etc… Ho usato la parola engagement, un termine fondamentale che dovete tenere ben a mente, perché la notorietà di un influencer non si valuta solo a colpi di like, ma a

Continua a leggere
I 20 Influencer con più engagement su Instagram

I 20 Influencer con più engagement su Instagram

Nel 2015 Instagram ha avuto una crescita incredibile, riuscendo a superare anche Twitter. Il numero degli utenti e i servizi pubblicitari messi a disposizione da Facebook (che ha comprato il social network), spingono sempre più aziende ad investire su Instagram anche se ancora non è semplice individuare strategie efficaci. Instagram ha meno utenti di Facebook, ha pochi strumenti di analisi, e le interazioni avvengono principalmente tramite hashtag, commenti e like, un po’ come Twitter, solamente che invece di essere basato su “testi” (micro-blogging), Instagram è stato inventato per condividere foto. Un social network creato per condividere foto, dove i tuoi Fan difficilmente possono interagire con te in maniera invasiva, non poteva che diventare lo strumento preferito delle star e dei loro fan, che grazie a Instagram possono essere sempre aggiornati

Continua a leggere
Per coinvolgere un Influencer bisogna farlo innamorare

Per coinvolgere un Influencer bisogna farlo innamorare

Anche se il titolo può sembrare fuorviante, non siamo poi così lontani dalla realtà, perché coinvolgere un influencer ha molte analogie con il corteggiamento, ecco perché. Quando incontri una ragazza in un locale o per strada cerchi di rompere il ghiaccio, ti presenti, offri da bere, la inviti a cena e poi speri di concludere in bellezza… mica ti presenti e la inviti subito in camera da letto no? Questo è quello che succede quando di punto in bianco invii un messaggio su Facebook o su Twitter ad un influencer per chiedere di essere condiviso, o di avere visibilità sul suo canale. Leggi anche “Come riconoscere un Influencer” Se nel bel mezzo della giornata ti arriva un messaggio su Facebook da un perfetto sconosciuto che ti chiede qualcosa, non ti

Continua a leggere
I micro influencer sono più utili di quello che pensi

I micro influencer sono più utili di quello che pensi

I grandi influencer possono portare grandi vantaggi ad un brand, ma cosa possono fare i micro influencer? Quando si parla di Influencer si pensa solamente ai profili di chi ha migliaia se non milioni di followers, ignorando completamente chi ne ha molti di meno. I micro influencers invece possono portare anche loro grandi vantaggi alle aziende, bisogna sapere solo come coinvolgerli. Leggi anche: “7 Consigli per attirare l’attenzione di un Influencer” Chi sono i “Micro Influencers” Come ho scritto prima, i micro influencer sono anche loro “influencer”, ma hanno molti meno followers. Esistono 3 tipi di micro influencer Il Blogger che ha pochi followers L’utente comune che coinvolge sempre i suoi amici sui social La persona qualunque che commenta o condivide l’acquisto di un prodotto. I benefici del coinvolgimento dei

Continua a leggere
Perché l’influencer marketing è fondamentale per un’azienda

Perché l’influencer marketing è fondamentale per un’azienda

L’obiettivo finale di una qualsiasi campagna social media marketing è fare in modo che i clienti dell’azienda commentino positivamente il loro acquisto e condividono le loro opinioni a riguardo sui social network. In poche parole, siamo ancora fermi al passaparola, solo che è diventato web 2.0. Se sul web l’opinione dell’utente comune è importante, figuriamoci quella di chi ha migliaia di followers. Una volta compreso questo, diventa semplice capire perché oggi si parla tanto di influencer, e perché l’influencer marketing è utilissimo per qualsiasi azienda. Alcuni studi mostrano che la pubblicità ispirata al passaparola genera il doppio degli acquisti rispetto alle tradizionali pubblicità a pagamento, sopratutto se il target di riferimento sono i “millennials” o le “mamme”. Influencer Marketing in breve L’influencer marketing si concentra sulla ricerca di utenti in

Continua a leggere