Mi chiamo Stefano e sono un SEO expert, ma quando mi presento ufficialmente ai miei clienti, ci tengo sempre a precisare che sono soprattuto un blogger.

Non lo dico solo per prendermi più qualifiche di quelle che dovrei, ma perché tutto il mio lavoro nasce proprio da questo blog, dove parlo di web marketing, content marketing e, soprattutto, di SEO.

Il blogger è un vero e proprio professionista online, chiamato anche con appellativi quali “Digital worker”, “Digital nomad” o, più semplicemente “Lavoratore online”.

Quello che però dovete subito capire, è che quello del blogger è un vero e proprio lavoro online, con il quale si può guadagnare anche molto bene, ma toglietevi subito dalla testa che sia un modo per diventare ricchi in breve tempo.

Per ribadire meglio il concetto, con questo articolo non vi racconterò la leggenda di Chiara Ferragni o di Salvatore Aranzulla (il mitico Aran), vi mostrerò invece chi è realmente un blogger e come diventarlo.

Quanto segue è anche frutto della mia esperienza personale come blogger.

Creare il blog

Per essere un blogger bisogna creare un blog, una particolare tipologia di sito che viene configurato per gestire contenuti dinamici. In parole più semplici, un blog è in continuo aggiornamento, gli articoli che troverete oggi in home page, infatti, non sono quelli che troverete domani.

Il blog viene creato con software dedicati chiamati “CMS”, ovvero “Content Managment System”. Sul mercato ne troverete diversi ma il migliore è senza dubbio WordPress.

Il modo migliore per creare un blog è rivolgersi a un professionista, ma sono molti che decidono di crearlo anche da soli.

Leggi anche “Come creare un blog (anche gratis)”.

Ieri Blogger, oggi influencer

Se si parla di blogger, oggi, non si può non parlare di influencer. Le due figure professionali, pur essendo molto diverse, oggi tendono infatti a essere confuse.

Il motivo di questa confusione è dovuto al fatto che un blogger, se ha un certo seguito, è un influencer, mentre non vale il contrario.

In un certo senso, è possibile affermare che l’influencer non è che l’evoluzione del “Blogger” a seguito dell’avvento dei social, ma considerarli sinonimi è profondamente sbagliato, nonostante siano in molti a farlo.

Il blogger lavora con il proprio blog, utilizzando come strategie di comunicazione principalmente SEO e copywriting. Chi ha scelto “La via del blog”, inoltre, in genere appartiene, anche solo come mentalità. A quella che si potrebbe definire “La vecchia guardia”.

In rete, infatti, se vi addentrate un po’ nel mondo di influencer, youtuber e blogger, scoprirete che “La prima generazione” di “Content Creator” (chiamiamola così) lamenta una perdita di valore nei contenuti creati dalla nuova generazione di youtuber e influencer.

Detto in parole povere, chi ha avuto per primo il coraggio di mettersi in gioco su Youtube, creando “Contenuti di qualità”, oggi critica le “Star del web” che hanno successo semplicemente riprendendosi mentre giocano ai videogiochi.

In questo contesto rientrano anche i blogger, che però oggi si scontrano anche con tanti siti che diffondo fake news, che fanno spam o che utilizzano tecniche black hat SEO.

Leggi anche “Che differenza c’è tra fashion blogger e fashion influencer?

Un giornalista può essere un blogger, ma non viceversa

Per capire chi sia veramente il blogger, bisogna fare un’altra precisazione. Oggi, come certamente saprete, le informazioni viaggiano veloci grazie alla rete, per questo sono tanti i giornalisti che, oltre a scrivere per un giornale, decidono di aprire un profilo su Twitter, su Facebook, o anche un blog.

Se però è vero che tanti giornalisti sono anche blogger, anche in questo caso non è assolutamente vero il contrario.

Non basta aprire un blog per diventare giornalista.

Leggi anche “I 50 giornalisti italiani più “Influencer” su Twitter“.

Come diventare un blogger professionista

Per diventare un blogger professionista devi scrivere contenuti fantastici.

Anche se non riuscirai in questo difficile obiettivo, devi provarci lo stesso, perché per emergere in un settore così competitivo bisogna impegnarsi veramente molto.

Oltre a tanto impegno e creatività, bisogna acquisire anche delle competenze tecniche, come per esempio

  • Copywriting
  • SEO
  • WordPress
  • Grafica digitale
  • Programmazione

Leggi anche “Come diventare un blogger professionista: guida in 14 punti” oppure richiedi una consulenza per “Diventare Blogger”.

Tipologie di Blogger (le più note)

Esistono veramente moltissime tipologie di blogger, e aumentano con il passare del tempo. Di seguito dedicherò poche righe per presentare le principali.

Travel blogger

Tutto è iniziato quando una persona ha deciso di raccontare i propri viaggi all’interno di un “Diario online”. Quello che però poteva sembrare un semplice esercizio di scrittura, oggi è una vera e propria professione, grazie alla alla quale si può guadagnare bene e, soprattutto, si può viaggiare “Gratis”.

Leggi anche:

Fashion Blogger

Quando si scrive “Fashion Blogger” si pensa subito a Chiara Ferragni, la numero 1 in Italia e una delle fashion blogger più conosciute nel mondo. Dopo il successo di Chiara, sono spuntati fashion blogger come funghi, ma questo non è stato certamente un bene per il settore.

Oggi esistono in italia più di 100 fashion blog, abbastanza competitivi, che parlano di scarpe, vestiti, moda e stile in generale. Con la nascita della figura del “Fashion influencer” poi, la situazione è anche peggiorata.

Se volete diventare fashion blogger, oggi dovete puntare a una nicchia di pubblico preciso, solo così avrete la possibilità di ritagliarvi uno spazio nella rete da dove partire per raggiungere la vetta.

Leggi anche:

Food Blogger

Cucine, ricette, ma anche recensioni di ristoranti, osterie e chi più ne ha più ne metta. Il Food blogger è senza dubbio uno dei miei preferiti ma, anche questa figura, è certamente molto abusata.

Fitness Blogger

Per compensare la nascita di tanti food blog, sono nati anche tanti fitness blogger e, soprattutto fitness influencer. Tralasciando le facile battute, oggi è facile incontrare in rete esperti di fitness che promuovono corsi, prodotti per dimagrire, esercizi, abbigliamento sportivo e quant’altro.

Si tratta di un settore molto interessante e che devono tenere sotto controllo soprattutto i personal trainer.

Leggi anche:

Tech Blogger

I “Tech blogger” si occupano di tecnologia, in particolare delle ultime novità su smartphone, tablet e computer. In Italia sono pochi i siti veramente potenti in questo settore ma, nonostante questo, è molto difficile farsi spazio.

Se siete appassionati di tecnologia, e volete entrare nel settore, occupatevi di un campo specifico, come per esempio le schede video.

Gaming blogger

Il gaming blogger si occupar principalmente di videogiochi, ma non è raro che possa scrivere recensioni anche su prodotto tecnologici. Questo tipo di blog però, in genere, è collegato a piattaforme come Youtube o Twitch.

Beauty Blogger

Il beauty blogger si occupa principalmente di prodotti di bellezza anche se, negli ultimi anni, il settore ha virato violentemente verso i prodotti bio. Questo tipo di blog in genere è gestito da ragazze che, anche se guadagnano poco e niente, riescono a ricevere facilmente campioni gratuiti.

Quanto si guadagna con un blog e come

La stragrande maggioranza delle persone che aprono un blog non guadagnano nulla, molte riescono ottenere uno “Scambio merci” sotto forma di prodotti o servizi, come creme per il viso, vestiti o viaggi, pochi riescono a guadagnare circa 1000 euro netti al mesi e ancora meno li superano.

Poi c’è Chiara Ferragni con guadagni che superano i 10 milioni di dollari.

Ho preferito scrivere questa introduzione non per demoralizzare, ma piuttosto per dire come stanno realmente le cose.

Scrivere un blog è un passione che può trasformarsi in un vero lavoro online solo se svolta con professionalità.

Quindi, prima di chiedervi “Quando guadagna un blogger”, dovete sapere “Come guadagna un blogger”.

Come guadagna un blogger

Fermo restando che per guadagnare con un blog bisogna, per prima cosa, creare contenuti originali e di qualità, di seguito vi presento, tecnicamente, le principali modalità utilizzate:

Affiliazione

Attraverso programmi dedicati, si utilizzano le pagine del blog per vendere prodotti sui quali si guadagna una percentuale direttamente dall’azienda, per questo “Affiliazione”.

Adsense e altri sistemi simili

Il guadagno si ottiene inserendo banner pubblicitari all’interno del proprio blog e guadagnando in base ai click o alle visualizzazioni. Adsense è uno dei sistemi più conosciuti ma non è l’unico.

Infoprodotti

Per alcuni versi è simile all’affiliazione ma con delle differenze. Si basa sulla creazione di contenuti per presentare prodotti o servizi (infoprodotti) che vengono utilizzati per strutturare un vero e proprio tunnel di vendita.

Oltre al blog possono essere utilizzati CRM, newsletter e social network.

Content Marketing

Si tratta di creare contenuti SEO Friendly per attirare una tipologia di target che non arriva al proprio sito tramite la ricerca diretta del servizio. Per esempio, si usa il content marketing quando si realizzano guide di viaggio per vendere vacanze.

Presenze ad eventi

Una volta ottenuta una certa visibilità, si può essere invitati ad eventi, programmi tv, convegni e simili.

Corsi di formazione

Molti blogger scrivono libri e promuovono corsi di formazione per spiegare agli altri come funziona questa professione.

I blogger più famosi in Italia e all’estero

Volete sapere quali sono i blogger più famosi del mondo? Un modo immediato è scrivere su Google “Blogger più famosi del mondo”, così potrete leggere nomi come Chiara Ferragni, Beppe Grillo, Salvatore Aranzulla, Arianna Huffington, Veronica Ferraro, Helena Bordon, Rumi Neely, Rand Fishkin e molti altri.

Sinceramente non considero questo un modo attendibile per capire chi ha avuto successo realmente per le sue capacità, o solo perché ha saputo inserirsi meglio nel sistema.

I blogger migliori, più capaci, e anche famosi, sono quelli che incontrerete quando cercherete di posizionare il vostro blog sui motori di ricerca.

Sono loro quelli da cui dovete prendere esempio.