Ultimamente mi sto occupando di web marketing per hotel e mi sono trovato a dover rispondere alla più inquietante delle domande per questo settore: oltre ad ottimizzare la presenza su OTA e Metasearch, quale strategia si può utilizzare?

Cosa significa OTA

OTA significa Online Travel Agency, ovvero agenzia di viaggi online, ma non è semplicemente il sito web dell’agenzia che avete sotto casa.
Sotto la categoria OTA infatti rientrano portali enormi come Booking.com ed Expedia, che non solo contengono migliaia di offerte in tutto il mondo, ma vi permettono anche di metterle a confronto tra loro all’interno del portale stesso.

Cosa significa Metasearch

Metasearch significa letteralmente “Ricerca nella ricerca”, ma nel travel marketing vengono definiti “Metasearch” quei siti che al loro interno mettono a confronto le offerte di più siti. Tra i più noti posso segnalare Trivago, Skyscanner e Kajak.

Quali strategie web marketing utilizzare per un Hotel

Sono molte le cose che si possono fare per promuovere un Hotel, non posso riportarle tutte in questo articolo ma sicuramente vi indicherò le principali.

Sito responsive

Mi vergogno quasi a dover scrivere un paragrafo del genere, ma purtroppo ci sono ancora hotel che non hanno un sito responsive. Se non volete continuare a perdere clienti correte subito ai ripari e create un sito responsive, moderno, veloce e SEO friendly.

SEO per Hotel

Le prime posizioni nella SERP sono quasi sempre occupate da OTA e Metasearch, ma è anche vero che spesso i siti che vengono subito dopo questi risultati sono “abbastanza discutibili”.

La SEO può garantirvi traffico costante, e anche se le OTA e i Metasearch canalizzano la maggior parte del traffico, non potete rinunciare ad avviare una strategia che col tempo potrebbe quanto meno farvi risparmiare migliaia di euro.

Fidelizzare

Fidelizzare gli ospiti di un hotel è un concetto relativo perché la maggior parte dei turisti tende a cambiare meta ogni anno, ma anche vero che:

  • Un ospite può parlare bene di voi ai suoi amici
  • I clienti business tornano più volte nella stessa città

In poche parole, una famiglia che si trova bene può parlare bene di voi con amici e parenti, mentre un libero professionista che si trova bene in un hotel lo segnala ai colleghi, all’azienda e agli amici (oltre a tornarci lui stesso).

Strategie per fidelizzare

Social Media, email marketing, Whatsapp e Inbound Marketing per B2B sono i primi strumenti da utilizzare, ma dovete anche dare un motivo ai vostri clienti per tornare, offrendo non solo un servizio di qualità, ma anche offerte riservate.

Una tecnica molto utilizzata nel social media marketing infatti è quella di segnalare le offerte solo su un canale, in genere Facebook, in questo modo il potenziale cliente ha un motivo in più per seguirvi.

Creare offerte dedicate all’interno del sito

Sempre più hotel iniziano a comprendere l’importanza di ricevere prenotazioni sul proprio sito e non solo le OTA o i Metasearch. A tal proposito la strategia migliore da attuare è quella di creare direttamente in home page un box con un’offerta che prevede uno sconto (per esempio del 10%).

In questo modo l’utente sarà felice e voi non dovrete condividere percentuali con nessuno.

Avere i profili social network sempre aggiornati

Personalmente ritengo che nella maggior parte dei casi, la situazione attuale del travel marketing rende molto difficile ricevere conversioni dai social network. Detto questo però, dovete star certi che tanti clienti non si limiteranno a leggere le vostre informazioni su Booking o Hotels, ma verranno anche sul vostro sito e sui vostri social. Avere un sito aggiornato e una pagina Facebook con contenuti sempre freschi, sicuramente vi aiuterà ad aumentare il numero delle prenotazioni.

Content Marketing

Il content marketing sinceramente lo consiglio solamente a strutture che hanno un budget tale che permetta loro di creare molti contenuti e di qualità.

Strategia

  • Aprire un blog
  • Realizzare subito i primi 100 articoli
  • Posizionarsi in prima pagina con le query riguardanti la propria zona
  • Convertire le visite del blog in prenotazioni
  • Pubblicare almeno un articolo a settimana
  • Monitorare il tutto con Analytics e Search Console

Leggi anche Content Marketing: cos’è e perché è importante.

Brand Reputation e Recensioni

Gestire bene la propria Brand Reputation per una struttura turistica è veramente difficile, perché purtroppo ci sarà sempre qualcuno che vi scriverà una recensione negativa.

La cosa migliore che potete fare è creare uno spazio all’interno del vostro sito dove le persone possano lasciare le proprie recensioni, dopo di ché vi consiglio di leggere il mio articolo: “Come rispondere alle recensioni negative su TripAdvisor”, troverete sicuramente delle informazioni che vi saranno utili.

Leggi anche “Reputazione Online: come gestirla e come migliorarla“.

Revenue Management

Il revenue management è un’altra strategia molto sottovalutata dalle strutture turistiche italiane, ma in realtà è fondamentale. Grazie al revenue manager infatti potrete gestire al meglio i prezzi della vostra struttura sui vari portali, riuscendo ad ottenere risultati migliori a seconda del periodo e della disponibilità.

[Offriamo assistenza anche per questo servizio]

Influencer e Travel Blogger

L’influencer marketing è sicuramente la strategia che più sta facendo parlare di se nel 2017. Le strutture turistiche ricorrono sempre più spesso all’utilizzo di influencer, ambassador, travel blogger e ritengo di poter affermare che si tratta di un ottimo investimento, perché nella maggior parte dei casi si ottiene una buona visibilità praticamente a costo zero.

Leggi anche “Influencer: chi sono e cosa fanno“.

Consigli per l’influencer marketing

  • Cercate influencer che abbiano un buon seguito
  • Assicuratevi che possano raggiungere il vostro target
  • Tenete presente che Instagram è uno strumento molto forte per l’estero
  • Chi utilizza blog e YouTube deve avere precedenza

Ci sono prevalentemente 2 tipi di influencer che potete contattare: quelli mediamente seguiti e quelli molto seguiti (scartate i novellini).

Quelli mediamente seguiti vi propongono in genere uno scambio alla pari, ovvero un soggiorno gratuito nella vostra struttura in cambio della realizzazione di articoli, foto e video.

Gli influencer invece con più followers vi chiederanno anche un compenso.

Tenete presente che purtroppo è molto facile “manomettere” i dati sulle visualizzazione, facendo credere di avere migliaia di followers quando invece sono tutti fake, quindi fate molta attenzione.

Consulenza per web marketing turistico

Il web marketing turistico è un settore molto competitivo dove si scontrano ogni giorno moltissime aziende. Per primeggiare rispetto ad un competitor bisogna utilizzare strumenti moderni ed essere sempre un passo avanti, perché vendere online non è mai semplice.

Se avete bisogno di creare una strategia per promuovere un hotel o una grande struttura alberghiera, potete contattarmi e richiedere una consulenza per il web marketing turistico.

consulenza web marketing